EVENTS CALENDAR

Mar
31
Sat
2018
I have a dream. La lotta per i diritti civili degli Afro-Americani. Dalla segregazione razziale a Martin Luther King @ La casa di vetro
Mar 31 – Jun 23 all-day
I have a dream. La lotta per i diritti civili degli Afro-Americani. Dalla segregazione razziale a Martin Luther King @ La casa di vetro | Milano | Lombardia | Italia

AA.VV.
I have a dream.
La lotta per i diritti civili degli Afro-Americani. Dalla segregazione razziale a Martin Luther King
a cura di/curated by Alessandro Luigi Perna

31 marzo/23 giugno

La casa di vetro
Via L. Sanfelice 3 – 02.55019565
lunedì-sabato/from Monday to Saturday 15.30-19.30, giovedì/Thursday 15.30-18. Ultimo ingresso/lst entry17.30
ingresso/ticket 5 €

www.history-and-photography.com
federica.candela@effeci-facciamocose.com

Come arrivare/How to get there: Passante Ferroviario P.ta Vittoria – Tram 12 – Bus 66, 84, 90/91, 92, 93

A cinquant’anni anni dal 1968 si celebra anche un’altra importante ricorrenza: la morte di Martin Luther King. Inserita all’interno del progetto History&Photography, che ha per obiettivo raccontare la storia valorizzando gli archivi fotografici, l’esposizione si focalizza sul racconto della condizione dei neri in America tra la fine della guerra civile e gli anni Sessanta del Novecento, fino alla morte del loro leader più rappresentativo. Duecento immagini esposte e proiettate, alcune a opera di grandi fotoreporter statunitensi, raccontano un momento di lotta e cambiamento.

I have a dream. The fight for the civil rights of Afro-Americans. From racial segregation to Martin Luther King 50 years since 1968, another important anniversary is celebrated: the death of Martin Luther King. Inserted within the project History & Photography, which aims to recount history by putting the spotlight on photographic archives, the exhibition focuses on the condition of blacks in America between the end of the civil war and the sixties, up until the death of their most representative leader. Two hundred images, both exhibited and projected, some by great American photojournalists, tell of moments of struggle and change.

 

Apr
10
Tue
2018
CPR Common People Relic @ 7.24 x 0.26 Gallery
Apr 10 – Jul 31 all-day
CPR Common People Relic @ 7.24 x 0.26 Gallery | Milano | Lombardia | Italia

Pier Giuseppe Moroni
CPR Common People Relic
a cura di/curated by Oxana Maleeva

fino al/until 31 luglio

7.24 x 0.26 Gallery
Via San Pietro all’Orto 26 – 02.76021631/02.76003419
martedì-sabato/from Tuesday to Saturday 10-18

www.piergiuseppemoroni.com
info@piergiuseppemoroni.com

Come arrivare/How to get there: M1 San Babila M1/M3 Duomo

“I capelli sono parte della persona, contengono il suo DNA, usati come colori, texture e lunghezze diverse su tela diventano segni duraturi”. Moroni divide il suo tempo tra il lavoro di hairstylist, i viaggi, la pittura e gli shooting fotografici, con un lavoro artistico altrettanto poliedrico. L’ultima opera è una gigantesca tela realizzata con tende dell’esercito americano, sulle quali Moroni dispone i capelli raccolti durante il lavoro in salone e li utilizza come pigmenti. L’installazione è accompagnata da un docu-video e da una mostra fotografica, rispettivamente realizzati da Fulvio Maiani e da Naoto.

 

“Hair is part of the person, it contains its DNA: used as colors on canvas, different textures and lengths become enduring signs”. Moroni divides his time between the work of hairstylist, travel, painting and photography, with an equally multifaceted artistic production. His latest work is a gigantic canvas made with American army tents, on which Moroni arranges the hair collected during his work in the salon, using it as pigments. The installation is accompanied by a docu-video and a photographic exhibition, respectively by Fulvio Maiani and Naoto.

Apr
11
Wed
2018
Overspilling World @ Contrasto Galleria
Apr 11 – Jul 27 all-day
Overspilling World @ Contrasto Galleria | Milano | Lombardia | Italia

Janet Sternburg
Overspilling World
a cura di/curated by Alessia Paladini

11 aprile/27 luglio

Contrasto Galleria
Via Ascanio Sforza 29 – 02.89075420
lunedì-venerdì/from Monday to Friday 10-13/15-18 e su appuntamento/and by appointment

www.contrastogalleria.com
contrastogalleria@contrastobooks.com

Come arrivare/How to get there: M2 P.ta Genova – Tram 3, 9

Delle sue fotografie Wim Wenders ha detto: “mostrano un caleidoscopio di riflessi, immagine sopra immagine, strato sopra strato, luce sopra luce, mondi stratificati”. La cifra stilistica di Janet Sternburg è il saper cogliere l’incessante flusso di vitalità del quotidiano, le sue fotografie sono stratificate, ricche di riflessi e rimandi: per restituire la pienezza della vita. Fotografa e filosofa, ama riflettere sulla compresenza di spazio e tempo nella dimensione del reale, per questo le sue fotografie moltiplicano le prospettive, lasciano che l’osservatore ci si immerga e ne rimanga disorientato.

 

Wim Wenders said of her photographs: “they show a kaleidoscope of reflections, an image over an image, a layer over a layer, a light over a light, a stratified world”. The stylistic cipher of Janet Sternburg is the ability to grasp the incessant flow of vitality of everyday life: her photographs are stratified, rich in reflections and references, to restore the fullness of life. Photographer and philosopher, she loves to reflect on the coexistence of space and time in the dimension of reality, and for this reason her photographs multiply perspectives, let the observers immerse themselves within them and become disoriented.

 

Apr
12
Thu
2018
The Szechwan Tale. China, Theatre and History @ FM Centro per l’Arte Contemporanea
Apr 12 – Jul 15 all-day
The Szechwan Tale. China, Theatre and History @ FM Centro per l’Arte Contemporanea | Milano | Lombardia | Italia

AA.VV.
The Szechwan Tale. China, Theatre and History
a cura di/curated by Marco Scotini

fino al/until 15 luglio

FM Centro per l’Arte Contemporanea
Via Piranesi 10 – 02.73981
mercoledì-venerdì/from Wednesday to Friday 17-22 – sabato-domenica/Saturday and Sunday 11-19

www.fmcca.it
info@fmcca.it

Come arrivare/How to get there: Passante Ferroviario P.ta Vittoria – Tram 12, 27 – Bus 45, 73, 90/91, 93

Ai più Sichuan (provincia della Cina sud occidentale) rimanda alla memoria un’opera teatrale di Brecht poi messa in scena magistralmente da Strehler, “L’anima buona del Sezuan”. Ed è ancora una volta il teatro il filo conduttore di questa mostra fotografica che ripercorre la storia delle relazioni tra Oriente e Occidente attraverso i grandi temi del Teatro e della Storia. La mostra si costituisce come un percorso dove artisti internazionali e cinesi rappresentano i singoli elementi della scena, dall’attore allo spettatore passando per costumi e scenografia.

To most, Sichuan (province of south-western China) brings to mind a theatrical piece by Brecht, staged masterfully by Strehler: “The Good Soul of the Sezuan”. And it is once again the theater that is the leitmotif of this photographic exhibition, that traces the history of relations between East and West through the great themes of Theater and History. The exhibition is construed as a journey, where international and Chinese artists portray the single elements of the theatrical scene, from the actor to the spectator, passing through costumes and scenography.

 

Apr
24
Tue
2018
Saper fare/ Know-how @ Alson Gallery
Apr 24 – Jun 30 all-day
Saper fare/ Know-how @ Alson Gallery | Milano | Lombardia | Italia

Emanuele Zamponi
Saper fare/ Know-how

24 aprile/30 giugno
finissage 22 giugno h 18.30

Alson Gallery
Via San Maurilio 11 – 02.72080187
lunedì-domenica/from Monday to Sunday 9-19

www.alsongallery.com
info@alsongallery.com

Come arrivare/How to get there: M1 Duomo, M3 Duomo/Missori, Tram 2, 3, 14

Una stanza tutta per sé, citando Virginia Woolf: è lo spazio per fare, per essere, per creare. Emanuele Zamponi da qualche anno fotografa i luoghi del fare, gli studi creativi, gli spazi dove insieme le persone realizzano e progettano. In una sola parola, lavorano. Fotografie pulite, descrittive, dove gli spazi di lavoro dialogano con la presenza umana in un’architettura che si fa unica.

 

A room of one’s own, to cite Virginia Woolf: it is the space to do, to be, to create. Emanuele Zamponi has been photographing the places of doing, the creative studies, the spaces where people make and plan together. In one word, they work. Clean, descriptive photographs, where working spaces interact with human presence in an architecture that becomes unique.

 

May
2
Wed
2018
DISTOPIA/DYSTOPIA @ Galleria Statuto13
May 2 – Jun 30 all-day

Aldo Salucci
DISTOPIA/DYSTOPIA

a cura di/curated by Maria Teresa Briotti

2 maggio/30 giugno
inaugurazione/inauguration 3 maggio h 18.30

Galleria Statuto13
Via della Moscova 39 – 02.36559443
martedì-sabato/from Tuesday to Saturday 13-19 e su appuntamento/and by appointment

www.statuto13.it
info@statuto13.it

Come arrivare/How to get there: M2 Moscova – Bus 43, 94, 96

Aldo Salucci da qualche anno ha fatto dell’acqua il suo terreno di ricerca artistica fotografica. Riflettendo sul significato di distopia, ovvero una realtà simile alla nostra dove però tendenze sociali sono portate a estremi apocalittici, Salucci applica all’acqua gli effetti di questo futuro disastroso. Cosa succederebbe se uno degli elementi principali fosse malato? L’acqua diventa così il filtro attraverso il quale guardare alla realtà cui siamo abituati, che viene distorta nelle forme e nei colori.

 

For a few years now, Aldo Salucci has made water his ground of artistic photographic research. Reflecting on the meaning of dystopia, in other words a reality similar to ours where social tendencies are brought to apocalyptic extremes, Salucci applies the effects of a disastrous future to water. What would happen if one of the main elements was sick? Water thus becomes the filter through which to look at the reality we are accustomed to distorted in its shapes and colours.

 

Tazio Secchiaroli, oltre lo schermo/beyond the screen @ La Camera Chiara
May 2 – Jun 30 all-day
Tazio Secchiaroli, oltre lo schermo/beyond the screen @ La Camera Chiara | Milano | Lombardia | Italia

Tazio Secchiaroli
Tazio Secchiaroli, oltre lo schermo/beyond the screen
a cura di/curated by Giovanna Bertelli

2 maggio/30 giugno
inaugurazione/inauguration 2 maggio h 18.30

La Camera Chiara
Via Jan 10 – 02.29516265
lunedì-venerdì/from Monday to Friday 9-18, sabato/ Saturday 9-13

www.patrizioparolini.it
parolinilab@gmail.com

Come arrivare/How to get there: M1 Lima – Passante Ferroviario P.ta Venezia – Tram 5, 33

Di Tazio Secchiaroli si è detto tanto, è considerato il “paparazzo” per eccellenza, quello che ha creato il mestiere del fotografo d’assalto. La sua vita è divisa in due momenti: prima del 1960 racconta la vita notturna romana delle star; dopo quella data, grazie a Federico Fellini, diventa fotografo dei backstage. Prima respinto dalle star, poi amato e richiesto sui set. La Camera Chiara dedica una retrospettiva al Secchiaroli dei set cinematografici, dove il suo stile inconfondibile incontra le grandi personalità del cinema e ci mostra la storia dell’arte cinematografica mentre prende forma.

 

Much has been said of Tazio Secchiaroli, who is considered to be the “paparazzo” par excellence, the one that created the job of the assault photographer. His life is divided into two moments: before 1960 he tells about the Roman nightlife of the stars; after that date, thanks to Federico Fellini, he becomes a backstage photographer. First rejected by the stars, then loved and requested on set. The Camera Chiara dedicates a retrospective to the Secchiaroli of the film sets, where his unique style meets the great personalities of the big screen and shows us the history of cinematographic art as it takes shape.

 

 

May
3
Thu
2018
Corpus @ Area 35 Gallery
May 3 – Jun 29 all-day
Corpus @ Area 35 Gallery | Milano | Lombardia | Italia

Paolo Topy
Corpus
a cura di/curated by Yves Peltier

3 maggio/29 giugno
inaugurazione/inauguration 3 maggio h 18.30

Area 35 Gallery
Via Vigevano 35 – 339.3916899
martedì-venerdì/from Tuesday to Friday 15.30-19.30, sabato su appuntamento/Saturday by appointment

 

 

www.area35artgallery.com
info@area35artgallery.com

Come arrivare/How to get there: M2 P.ta Genova – Tram 2, 9

Il corpo abbraccia, identifica e allo stesso tempo è un ostacolo nell’incontro con l’altro. Il corpo, nella sua rappresentazione e non rappresentazione, indagato nella sua pura e a volte stridente realtà è il fulcro della ricerca di Paolo Topy. In mostra è presentata una raccolta di sue fotografie proveniente da progetti scattati tra il 2012 e il 2018.

 

The body embraces, identifies and at the same time is an obstacle in the encounter with the other. The body, in its representation and non-representation, investigated in its pure and sometimes jarring reality, is the focus of Paolo Topy’s research. The exhibition presents a collection of his photographs from projects taken between 2012 and 2018.

 

Pianeti Immaginari/ Imaginary Planets @ Pasticceria Martesana
May 3 – Jun 30 all-day
Pianeti Immaginari/ Imaginary Planets @ Pasticceria Martesana | Milano | Lombardia | Italia

Enrico Pozzoli
Pianeti Immaginari/ Imaginary Planets
a cura di/curated by Isabella Cairoli

3 maggio/30 giugno
inaugurazione/inauguration 3 maggio h 17.30

Pasticceria Martesana
Via G. Cagliero 14 – 02.66986634
lunedì-domenica/from Monday to Sunday 7.30-20.30

www.martesanamilano.com
info@martesanamilano.com

Come arrivare/How to get there: M4 Sondrio, M5 Marche – Tram 5 – Bus 42, 43

Con “Pianeti Immaginari” il fotografo Enrico Pozzoli delimita la realtà aprendola alla contemplazione fantastica. Racchiudendo nello spazio limitato di un cerchio texture e superfici che risultano famigliari e riconoscibili, le carica di un altro significato, le trasporta su una dimensione diversa e inesplorata, trasformando queste inquadrature in fotogrammi di pianeti lontani ancora da scoprire. Una mostra dove la fotografia si fa sognante e suggestiva.

 

With “Imaginary Planets” the photographer Enrico Pozzoli delimits reality, opening it to fantastic contemplation. By enclosing in the limited space of a circle textures and surfaces that are familiar and recognizable, he charges them with another meaning, transports them to a different and unexplored dimension, transforming these shots into frames of distant planets yet to be discovered. An exhibition where photography is dreamy and evocative.

 

May
4
Fri
2018
Grafica di volo/ Flight graphics @ Pasticceria Martesana
May 4 – Jun 30 all-day
Grafica di volo/ Flight graphics @ Pasticceria Martesana | Milano | Lombardia | Italia

Enrico Pozzoli
Grafica di volo/ Flight graphics
a cura di/curated by Isabella Cairoli

4 maggio/30 giugno
inaugurazione/inauguration 4 maggio h 17.30

Pasticceria Martesana
Via Paolo Sarpi 62 – 02.99265069
lunedì-domenica/from Monday to Sunday 7.30-20.30

www.martesanamilano.com
info@martesanamilano.com

Come arrivare/How to get there: M5 Gerusalemme – Tram 12, 14 – Bus 37, 43, 57

“Il volo mi incanta, mi affascina; lo seguo, non solo con l’obiettivo ma anche con la mente e l’immaginario, per poter cogliere la complessità leggera e incatturabile di creature che ci richiamano a quello slancio di libertà verso altri orizzonti possibili”. Con il suo stile inconfondibile, quasi pittorico, Enrico Pozzoli nella serie fotografica “Grafica di volo” lascia che sia lo sfuggente battito di ali degli uccelli a disegnare suggestioni e a creare movimento. È la fotografia che ferma il tempo disegnato dalla natura.

“Flight fascinates me, enchants me; I follow it not only with the lens but also with the mind and the imagination, to grasp the light and incalculable complexity of creatures that convey the rush of freedom to other possible horizons “. With his unmistakable, almost pictorial style, Enrico Pozzoli in the “Flying Graphics” photographic series lets the elusive beating of birds’ wings draw suggestions and create movement. It is photography that stops time as designed by nature.