Caricamento Eventi
Pepsi girl ©vittoriovalentini copia 600 - Milano Photofestival

Lattine di strada

10.09.2020 - 01.10.2020

Vittorio Valentini Lattine di strada/Street cans a cura di/by Mosè Franchi 11 settembre/1 ottobre Inaugurazione/Opening 11 settembre h 18.00 DECOR LAB Via Tortona 31 – Emporio 10 – 02.84108499/0471.050281 Lunedì – Venerdì/From Monday to Friday 9.30-18.00 www.decorlab.it eventi@decorlab.it    consulting@artedesign.shop Come arrivare/How to get there: M2 Porta Genova/Sant’Agostino–Tram 2, 14 Propria dell’artista è la capacità […]

Info e prenotazioni

Informazioni sull'evento

10.09.2020 - 01.10.2020

Vittorio Valentini

Lattine di strada/Street cans

a cura di/by Mosè Franchi

11 settembre/1 ottobre
Inaugurazione/Opening 11 settembre h 18.00
DECOR LAB

Via Tortona 31 – Emporio 10 – 02.84108499/0471.050281

Lunedì – Venerdì/From Monday to Friday 9.30-18.00

www.decorlab.it

eventi@decorlab.it   

consulting@artedesign.shop

Come arrivare/How to get there: M2 Porta Genova/Sant’Agostino–Tram 2, 14

Propria dell’artista è la capacità di vedere con occhi diversi ciò che è ignorato dagli occhi di tutti. L’inconsueto oggetto di indagine di Vittorio Valentini è qualcosa di semplice e banale che viene mostrato sotto una luce diversa: la lattina di strada. Le lattine calciate, schiacciate, buttate a lato della via. Vittorio Valentini le scorge e ne recupera il significato. Da contenitori si fanno materia, a mostrare colori e disegni. Inevitabile il richiamo alla Pop Art, in questo meccanismo di osservazione del comune e di “riciclaggio fotografico”. Ma Valentini compie un passo oltre alla corrente artistica, e cerca un nuovo valore grazie all’intervento creativo.

An artist has the ability to truly see  what is ignored by everyone’s eyes. Vittorio Valentini’s unusual subject of investigation is something simple and banal, that is displayed in a different light: a can on the street. Cans are kicked, crushed, thrown to the side of the road. Vittorio Valentini sees them and recovers their meaning. From containers they become material, showcasing colours and designs. The reference to Pop Art is inevitable, in this mechanism of observation of the mundane and of “photographic recycling”. But Valentini takes a step beyond the artistic current, and seeks  new meanings thanks to creative intervention.